Raclette

Venni a conoscenza di questa ricetta conviviale svizzera parecchi anni fa, a casa del dentista che avevo a Varese, che sposò appunto una ragazza helvetica.

Andiamo con ordine….

Il pezzo forte della ricetta è il formaggio Raclette, che vedete qui:

Risultati immagini per formaggio raclette

E’ un formaggio di latte vaccino a pasta semidura e particolarmente saporito.

Si usa un elettrodomestico che si mette al centro della tavola e  che viene prodotto in varie forme e misure, noi ne abbiamo uno piccolino, ma ne ho visti anche con il ripiano superiore che può ospitare il tegamino per la fonduta.Nella parte inferiore, dentro a dei tegamini piccoli, si mettono fette di formaggio e si lasciano sciogliere mentre nella parte superiore si adagiano carne, verdure o pesce.

Si può usare una pietra ollare oppure una piastra.

Noi abbiamo cucinato della carne: pollo, maiale e puledro.

Prima di cuocere ho preparato la stessa con delle marinature: per il pollo olio, limone e salvia; per il maiale, olio e succo di melograno; per il puledro olio e battuto di rosmarino, salvia, e alloro.

Tradizionalmente si preparano anche patate bollite, che io ho fatto cuocere mettendo nell’acqua due rametti di rosmarino.

Poi si servono anche dei sottaceti, preferibilmente cipolline e cetrioli.

Ho anche fatto il pane con un po’ di origano, pane bianco con la macchina del pane.

Il bello di questa ricetta è che ognuno si può arrangiare da solo e quindi adagiare quello che vuole mangiare sulla parte superiore.

A me piacciono molto i pranzi così, non costringono nessuno a mangiare più di quello che si sente e ci si industrializza un po’ in tutta semplicità….